Troppo vecchio per donare sangue?

Alcune volte salutano, ringraziano e si portano a casa il ricordo di qualche decina o addirittura centinaia di donazioni, altre volte sono visibilmente infastiditi e altre volte ancora proprio non ci stanno.

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Per tutta la vita hanno donato il sangue tendendo il braccio per gli altri e qualche volta non vogliono andare in pensione. A volte qualcuno ci contatta, ci chiede informazioni, vuole sapere di più, sottolinea la bontà del proprio stato di salute, facendo presente, con un po’ di amaro in bocca che al Servizio Trasfusionale gli è stato detto: “raggiunti i 65 anni, non può più donare”. Proprio in questi giorni l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato il “Rapporto sull’invecchiamento e la salute” e, oltre a indicare l’Italia come il paese più vecchio d’Europa, ha voluto sottolineare come l’invecchiamento sia un “valore da difendere”.  Infatti, grazie ai progressi nel campo della ricerca medica, la popolazione mondiale over 60 raddoppierà entro il 2050, passando dai 900 milioni di individui di oggi a quasi 2 miliardi, superando il numero dei bambini di età inferiore a 5 anni già alla fine del prossimo quinquennio. E se vogliamo considerare questo trend, forse si potrebbe rivedere quel limite, nella consapevolezza che certamente bisogna stimolare le nuove generazioni, ma coloro che hanno i capelli d’argento potrebbero ancora dare un importante contributo.

Il Ministero della Salute nel decreto del 3 marzo 2005, “Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di emocomponenti, indica nell’allegato 5 i requisiti fisici per l’accettazione del candidato donatore di sangue intero. “Il candidato donatore di sangue possiede età compresa tra 18 e 65 anni.  La donazione di sangue da parte di soggetti di età superiore può essere autorizzata dal medico responsabile della procedura della selezione, così come il reclutamento di un nuovo donatore di età superiore a 60 anni.”

Allora non è così automatico il meccanismo di sospensione permanente per chi ha compiuto 65 anni. Il decreto, infatti, non si esprime in modo tassativo per gli over 65, lasciando la possibilità di valutazione al medico selezionatore, pur non stabilendo un limite massimo (mentre al contrario l’asticella dei 18 anni non può essere abbassata). E questo potrebbe comportare la donazione, ad esempio, di un settantenne giudicato in salute da un addetto alla selezione. Ricordiamo, infatti, che l’Italia è l’unico paese in Europa in cui l’idoneità alla donazione è affidata ad un medico che come tale, oltre a valutare lo stato di salute generale del candidato donatore, deve accertare le capacità di recupero del singolo relativamente ai valori di pressione, integrazione delle cellule del sangue sottratte e conservazione del necessario equilibrio delle condizioni fisiche generali. Ovvero, se da una parte in fase di selezione occorre valutare tutti i possibili motivi per cui non devono donare sangue coloro ai quali il gesto di solidarietà provocherebbe effetti negativi sulla propria salute, può risultare eccessivamente cautelativo limitare aprioristicamente la donazione agli over 65.

Sergio D’Addato ricercatore universitario specialista in Geriatria e Gerontologia all’ospedale universitario Sant’Orsola-Malpighi – UO Medicina Interna (Borghi) ricorda che “se fino al secolo scorso il sessantacinquenne era considerato “molto vecchio”, basti pensare ai nostri nonni o guardare qualche foto di chi ha vissuto quell’età a metà del Novecento, oggi la situazione è molto diversa. – Infatti, fino a qualche decennio fa la prima causa di morte erano le malattie infettive, ma nel 2015 non si riscontrano grandi problemi di pandemie, anche se sono presenti ancora patologie degenerative, tumori e malattie cardiocircolatori che hanno una maggior incidenza quando aumenta l’età. La prospettiva di vita, inoltre, migliora anche perché sono sempre meno le condizioni irreversibili. Il limite dei 65 anni per la donazione di sangue, come spesso capita quando occorre dare dei riferimenti generali, è posto tout court, ma dietro una visita medica accurata, si potrebbero valutare i diversi casi, considerando le condizioni generali del soggetto. Certamente questo discorso non è più applicabile quando si sono già presentate alcune patologie, ma questo vale anche per persone più giovani.

“Consentire all’anziano di mantenere uno stile di vita attivo è essenziale per prevenire il deterioramento fisico e cognitivo – rincalza Cinzia Guarnaccia, psicologa clinica e donatrice di sangue. – E allora, perché non consentirgli anche di donare? Perché non inserire la donazione (ovviamente con dei controlli periodici e una stretta supervisione medica) tra le attività di promozione e tutela della salute? Non è strano pensare, che il donatore periodico, una volta raggiunti i limiti di età si senta un po’ inutile e perda uno stimolo forte al mantenimento di quello stato di buona salute che accuratamente preservava per poter continuare a donare. Poter continuare a donare potrebbe essere per l’anziano un buon motivo (o un motivo in più) per continuare a mangiare bene, praticare regolarmente attività fisica, trascorrere del tempo all’aria aperta. La donazione degli over 65 – continua la dottoressa Guarnaccia – non solo garantisce l’approvvigionamento di sangue a fronte dell’invecchiamento della popolazione, ma aiuta a tener alta la motivazione dell’anziano, il suo sentirsi (ed essere) utile all’altro e la sua capacità di percepirsi “cittadino attivo” che contribuisce al benessere della popolazione, tutelando allo stesso tempo il proprio benessere”.

Cristiano Lena, donatore di sangue e responsabile Comunicazione FIDAS Nazionale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...