Prima di tutto la salute del donatore

Avete presente le istruzioni che precedono il decollo di un aereo? Sì, quella sfilza di parole e gesti rituali che gli assistenti di volo sono costretti a compiere continuamente? L’articolo di oggi mi ha ricordato molto il passaggio in cui si fa riferimento alle mascherine di ossigeno: “in caso di emergenza – annuncia la voce all’altoparlante – infilate la vostra mascherina e poi aiutate chi vi sta vicino”. Perché nel caso in cui si è a corto di ossigeno, è un po’ difficile aiutare qualcuno. E ogni volo che ho preso, ormai supero qualche centinaia, ho sentito ripetere le stesse istruzioni. Questa mattina, leggendo il contributo di una lettrice su L’Arena, il quotidiano di Verona, mi è tornata in mente la procedura consigliata in caso di pericolo in volo.HostessL’amica scaligera infatti ha scritto: “Ho letto l’articolo delle donazioni di sangue in calo e dell’appello dei centri trasfusionali affinché si continui a recarsi a donare. Pochi giorni fa sono andata a fare la mia regolare donazione. Tutto bene. Nel corso della donazione stessa mi viene fatto il controllo annuale. Pochi giorni dopo ricevo una lettera nella quale c’è scritto che il valore della mia emoglobina, pur essendo nella norma è nei limiti. Mi si consiglia quindi di sospendere le donazioni di sangue intero per sei mesi. Ma come? Sarò nei limiti, ma ci sono dentro…”. Il problema è simile alla mascherina di ossigeno. Mettiamo il caso che la donatrice in questione si presenti per la donazione di sangue. Il medico, mediante la puntura quasi indolore del polpastrello di un dito o mediante prelievo venoso da un braccio, determina il valore dell’emoglobina, per assicurarsi che la donazione di sangue venga fatta soltanto da chi dispone di valori d’emoglobina pari o superiore ai limiti fissati dalla legge. Per le donne tale valore deve avere un livello minimo di 12,5 g/dl mentre per gli uomini il limite è di 13,5 g/dl (cfr. Allegato 6 del Decreto del Ministero della Salute del 3 marzo 2005). Mettiamo anche il caso che la donatrice in questione abbia un livello di poco superiore alla norma e che il medico acconsenta alla donazione. Ma mettiamo anche il caso che proprio questo livello al limite, in seguito alla donazione o per altri fattori, anche legati alla fisiologia della donna, causi un malessere o richieda un intervento. Non so l’età della donatrice veronese, non so nemmeno se quando è andata per il controllo annuale sia stata in prossimità del ciclo mestruale, non so valutare altri aspetti che solo un medico è in grado di prendere in considerazione, ma penso di sapere che prima del gesto volontario, altruistico e gratuito della donazione del sangue, c’è innanzitutto, la tutela del donatore.

MascherinaOssigeno

La signora nella sua lettera ne consapevole perché aggiunge: “Ora io capisco che salvaguardino la nostra salute, ma secondo me, prima di sospendere un donatore, bisognerebbe che riscontrassero qualcosa che davvero non va. Così si scoraggiano le persone, perché ne ho sentite tantissime che avvilite, poi non ci vanno più. E tanti che sono stati sospesi in via preventiva. Ripeto, poi la gente si stufa e, se non è più che motivata, non si reca più nei centri trasfusionali, risparmiandosi perdite di tempo e soprattutto delusioni.” Anche a me è capitato di dover sospendere la donazione per qualche mese per motivi di salute e mi è dispiaciuto, ma penso che la motivazione di un gesto vada oltre una delusione passeggera. Forse la gente “stufa” di cui si parla è stata poco informata, o semplicemente poco motivata; in entrambi i casi penso che non possa non esser contenta del fatto che prima di tutto ci sia la salute e il benessere di chi dona.

Cristiano Lena, donatore di sangue e Responsabile Comunicazione FIDAS nazionale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...