La corte di giustizia europea risponde alla Francia per le donazioni omosessuali

La notizia è di qualche ora fa. La corte di giustizia dell’Unione europea, interpellata dalla Francia in merito alla possibilità da parte degli omosessuali di donare il sangue, ha risposto che “l’esclusione permanente può essere giustificata, nei casi in cui ci siano stati dei rapporti omosessuali”. Non nascondo che sentendo la notizia al TG1, data in modo piuttosto veloce ed asettico ho provato un certo fastidio. Qualche mese fa mi sono occupato specificatamente del problema sottolineando come l’esclusione dalla donazione di sangue non possa essere fatta per categorie (come gli omosessuali), ma per comportamenti a rischio, nella convinzione che l’eterosessualità non sia garanzia di corretti stili di vita. Comunque per curiosità mi sono connesso e ho visto qualche sito che ha ripreso la notizia. Ilsussidiario.net titola ad esempio “DONAZIONE SANGUE/ Corte Europea: gli omosessuali possono essere esclusi, la Francia ha ragione”, e fino a qui va tutto bene. Si tratta appunto di una possibilità, si ripete che “POSSONO ESSERE ESCLUSI”, e su questo siamo d’accordo nel momento in cui si specifica che l’esclusione può sopraggiungere in seguito all’accertamento di comportamenti a rischio. Poi passo sul  sito RaiNews.it che riporta “Corte Ue dà ragione alla Francia: i gay possono essere esclusi da donazione sangue” e su quello de LaStampa.it “Gay esclusi dalle donazioni di sangue, la corte Ue: Può essere giustificato”, ma in nessuno di questi il lettore coglie con chiarezza che il compito degli stati è di cercare metodi meno restrittivi dell’esclusione e che comunque tutelino i riceventi come emerge da quanto riportato dal Redattoresociale.it.
Ma poi mi imbatto in quello del Corriere.it. Mi colpisce il titolo “La Corte Ue e le donazioni di sangue dai gay: “, da cui sparisce l’elemento possibilità, e la foto tratta dall’ultimo GayPride, come se la popolazione gay non faccia altro nella vita che darsi appuntamento
una volta l’anno in qualche città del mondo per sfilare con trombette e abiti variopinti. Ma il top lo raggiungo con il Quotidiano.net: il titolo ovviamente non lascia scampo a diverse interpretazioni “Gay, la Corte europea: Legittimo il divieto di donare sangue” ma il neretto nel testo fa il resto. Non ho voglia di prendere di mira il collega cui è stato chiesto di scrivere il pezzo, magari in cinque minuti, riprendendo il lancio dell’Ansa, né sottolineare il fatto che una foto con due uomini che si tengono per mano con una bandiera arcobaleno non necessita della didascalia “una coppia gay”, ma rifletto su come notizie date in questo modo con tanta velocità e, mi permetto, anche un po’ di superficialità, rischino di buttare alle ortiche un lavoro costante di corretta informazione e sensibilizzazione rivolto non solo agli omosessuali, ma a tutti i cittadini italiani.
Cristiano Lena
Responsabile Comunicazione FIDAS Nazionale
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...